viveredonnaemamma

  • Cistite e rimedi naturali
  • Cos’è il D-mannosio?
  • Come agisce il D-mannosio?
  • Estratto di Melagrana

La cistite è un’infiammazione della vescica, la cui causa, nella maggior parte dei casi, è riconducibile a infezioni batteriche, soprattutto da Escherichia coli. Colpisce in maggior misura le donne, perché l’uretra femminile è più corta (circa 5 cm) e ciò favorisce il rischio di contaminazione da parte dei batteri fecali, che possono risalire più facilmente l’uretra fino a raggiungere la vescica.
Il 25% circa delle donne adulte soffre di cistite almeno una volta all’anno.
I sintomi con cui si presenta sono bruciore vescicale e uretrale, minzione frequente e dolorosa, con dolore che può persistere anche dopo la fine della minzione.
La cistite si caratterizza per essere una patologia ricorrente, che si tenta di curare con l’assunzione di antibiotici, ma che, purtroppo, possono indebolire il sistema immunitario e la flora batterica intestinale, favorendo così le recidive e un abuso di altri antibiotici. E’ quindi indispensabile intervenire preventivamente, con metodi naturali che aiutino la donna a contrastare la proliferazione batterica.

In commercio esistono prodotti a base di D-mannosio ed Estratto di Melagrana.
Chiedi al tuo medico o al tuo farmacista.

Il D-mannosio è uno zucchero semplice, composto da una sola molecola. Dopo l’assorbimento, cioè dopo che dall’intestino passa nel circolo sanguigno, non viene trasformato in glicogeno per essere accumulato nel fegato, ma viene eliminato dai reni, raggiungendo concentrazioni elevate nelle urine, dove potrà esplicare i suoi effetti adesivi nei confronti dei batteri presenti. Un’infiammazione vescicale, o più in generale la cistite, si sviluppa dopo che i batteri si sono attaccati alle pareti vescicali attraverso delle formazioni specifiche atte a questo compito: le lectine, che possiamo immaginare come delle zampe che permettono loro l’ancoraggio.

Il D-Mannosio possiede un’elevata affinità per le lectine dei batteri, quindi riesce a legare a sé le “zampe” dei batteri impedendo la loro adesione alle mucose urinarie. In tal modo, i batteri uniti al D-mannosio non possono più aderire alla vescica e restano liberi nell’urina e vengono eliminati con la minzione. Inoltre, la capacità adesiva dei batteri al mannosio è superiore a quella degli stessi nei confronti della vescica, pertanto il D-mannosio è in grado di staccare anche i batteri già ancorati in profondità alla mucosa vescicale, che si troveranno quindi liberi nell’urina e verranno a loro volta eliminati.

Infine, il D-mannosio è in grado di inibire anche la formazione del biofilm che molti batteri sono in grado di produrre. Il biofilm è una sostanza che avvolge il batterio stesso, creandogli una potente corazza impenetrabile sia dagli elementi del nostro sistema immunitario, sia da numerosi antibiotici. I batteri così protetti, pertanto, restano attaccati alle pareti vescicali e in questa condizione sono in grado di restare silenti per poi riattivarsi dietro lo stimolo di fattori scatenanti, causando la reinfezione. Il D-mannosio limita la formazione di questo biofilm, rendendo i batteri più deboli, così gli antibiotici eventualmente assunti e le nostre difese immunitarie saranno in grado di affrontare l'infezione con maggiori probabilità di successo.

In commercio esistono prodotti a base di D-mannosio ed Estratto di Melagrana.
Chiedi al tuo medico o al tuo farmacista.

melogranoIl melograno (Punica granatum L.) è un albero da frutto coltivato fin dall’antichità.
Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che sia la melagrana che i prodotti derivanti aiutano a prevenire malattie e a migliorare lo stato di salute, grazie alle proprietà antiossidanti, anti infiammatorie e antibatteriche delle sostanze polifenoliche contenute.
I polifenoli acido ellagico e tannico, presenti in abbondanza nell’estratto di melagrana, hanno dimostrato di possedere attività antimicrobiche verso alcuni batteri, in particolare verso E.coli, Pseudomonas aeruginosa, Proteus mirabilis e Staphylococcus aureus.
Recenti evidenze hanno messo in luce che questi polifenoli sono in grado di inibire la crescita della popolazione batterica e di danneggiare il flagellum, cioè l’unità strutturale del batterio, compromettendone in tal modo la motilità durante il processo di risalita e colonizzazione del tratto urogenitale.

In commercio esistono prodotti a base di Estratto di Melagrana e D-mannosio.
Chiedi al tuo medico o al tuo farmacista.